martedì 11 marzo 2014

Artemisia

Giovedì scorso sono andata al cinema a vedere "300: l'alba di un impero" con l'Augusto Genitore...
figata, ragazzi. Il protagonista maschile, Temistocle, non ha particolare carisma (a parte dal collo in giù, ohohoh): la grande KatiFa, invece, Artemisia, ha quel pizzico di crudeltà e follia che la rende particolarmente accattivante.
Ho voluto omaggiarla a modo mio.

4 commenti:

Carlo Cassini ha detto...

certo che davano dei nomi strani a quei tempi :) complimenti!

Giorgia Basso ha detto...

La ringrazio, sior Cassini!

Ooh, beh, lo dici a una che chiamerebbe la figlia Cassandra... meglio se non commento oltre, ahahah.
Leggevo che Artemisia, come nome, è una variante di Artemide...in pratica come Diana oggigiUorno.

Solo che non chiamerei mai mia figlia Artemisia. Che poi non me la scambino per la strega di Final Fantasy 8.

Carlo Cassini ha detto...

lo dici a uno convinto che Ulisse sarebbe il nome perfetto per un pargolo :) comunque... dai.... Testicol.. Temistocle! pardon!

Giorgia Basso ha detto...

Ma allora non sono io l'unica insana di mente che metterebbe nomi assurdi alla prole *-* sono sollevata.